Crea sito

Libero e la mitologia di Del Debbio

A ogni puntata di Dritto e Rovescio, la redazione di Libero si riunisce in sala conferenza e ammira l’emanazione della luce divina. In un misto tra commozione e divinazione, ascoltano le parole del profeta Del Debbio, il Messia dell’apparecchio televisivo, sceso in terra per salvarci dall’oppressione della cultura e della gentilezza.

Le parole del maestro sono taglienti, il turpiloquio crea il ritmo del discorso e, a ogni sfuriata, segue l’ovazione della redazione. Al termine della sala siede lui, il Padre, il Creatore, fiero della sua creazione. Dopo essersi assicurato che gli ingranaggi del mondo girino come da lui stabilito, si ritira nel suo anfratto. Prima di coricarsi sotto le coperte, si affila i denti, strumenti necessari per succhiare ogni goccia di irrazionalità dal mondo.

Il Del Debbio furioso

Il giorno seguente ogni redattore è impegnato a pigiare sui tastini dei loro mezzi tecnologici per far conoscere a tutto il mondo la magnificenza del profeta. Narrano le sue parole, senza alcuna limitazione. Se in esse è presente un’imprecazione ancora meglio, sono proprio quelle a convincere. Cosa può risolvere meglio una crisi mondiale, una guerra atomica o l’apocalisse di una carrellata di “Ca**o” e “Porca pu****a”?

https://platform.twitter.com/widgets.js

In sole 24 ore 4 articoli portano la Parola ai nostri occhi e la luce della saggezza è così forte da accecarci. Non possiamo comprendere il verbo a primo impatto, è necessaria una lunga contemplazione. La sua esistenza e la sua emanazione nascondono il vero mistero della fede. Probabilmente il mondo non è pronto a ricevere il suo messaggio, deve crescere e migliorare. Per ora non possiamo fare che ammirarlo e stupirci della sua essenza  sovra-umana.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: